Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

Lun 27 Nov /00:00

ok VALLE DELLE MERAVIGLIE

Lun 27 Nov

All’estremo del parco del Mercantour, con escursioni che esplorano ogni angolo della valle delle Meraviglie, posto incredibile tra cime che sovrastano le infinite incisioni rupestri e laghi di mille colori.

Un trekking  che ci consentirà, con brevi spostamenti, di visitare le meraviglie di queste piccole valli, laterali della ben maggiore valle di Roya, quella che scende dal colle di Tenda in territorio francese e che poi termina ancora in territorio italiano a Ventimiglia. Alpi crude e vallate prative, laghi meravigliosi, uno dopo l’altro, dominati da una catena di monti che si aggira attorno a tremila metri di altitudine. Tre escursioni che ci consentiranno di addentrarci tra i laghi e le cime, con visite alle incisioni rupestri, tra le più antiche del vecchio continente, e una che ci consentirà vedute molto ampie sul crinale tra Italia e Francia, quello che dal Marguareis a est conduce sino al monte Gelas, a ovest. Esplorazione in ogni angolo!

1° giorno. La valle dell’Agnello sino al lago e al colle omonimo. Ci dirigeremo  all’inizio del primo cammino lasciando le auto al gias del Basto, nel vallone di Casterino. La carrereccia entrerà nella Valmasque che poi lasceremo per entrare nella moniscola valle dell’Agnello che culmina col colle omonimo dando accesso alla bellissima valle Gesso. Una prima parte dolce e poi una seconda di salita più decisa sino al lago. Se le condizioni lo permetteranno, potremo tentare di salire sino al colle dove si aprono panorami sull’arco alpino piemontese. La valle più sconosciuta, laterale, nascosta delle meraviglie si mostrerà chiusa da una catena di cime rocciose decisamente impervie!

Difficoltà: E, escursionistica

Dislivello: 850 metri circa

Quota massima: 2565 metri

2° giorno. I laghi delle Meraviglie e le incisioni rupestri. L’escursione con maggiore sviluppo partirà dal lago des Meches per addentrarsi nel vallone delle miniere, indubbiamente la valle più ampia e con il maggior numero di laghi, davvero tanti. Un bel sentiero, ci porterà ai laghi Long con uno strappo proprio prima di questi dove sorge il rifugio delle Meraviglie. Dopo una pausa saliremo sino al lago delle Meraviglie, verso il colle Valmasque a nord. Una seconda balza ci porterà direttamente al lago e al ritorno potremo ricercare altre incisioni rupestri, quelle di Gravure. Ancora una valle e ancora laghi, sempre meravigliosi.

Difficoltà: E, escursionistica

Dislivello: 900 metri circa

Quota massima: 2294 metri

3° giorno. Cima Barchenzane. Il giorno della cima del trekking inizierà da Casterino per risalire la stradina che conduce nel bosco sino al colle della Peyrefique aprendo al vallone di Caramagne e alle linee delle fortificazioni di fine ‘800, incredibilmente massicce, imponenti. Da qui percorreremo l’ampio crinale fino alla bassa di Barchenzane dalla quale il sentiero comincerà ad inerpiacarsi, ampio e facile fino ad una sorta di anticima. Poi, sempre con visuali aperte sulla valle delle Meraviglie e sulla val Roya, il sentiero diverrà una traccia, ben diverso dalla via Alpina che di fatto avremo percorso fino alla bassa, sino alla cima. Di prim’ordine!

Difficoltà: E, escursionistica

Dislivello: 700 metri circa

Quota massima: 2410 metri

4° giorno. Il lago Gelato. Nel cuore della valle delle Meraviglie, il lago Gelato è il più alto, dal quale si possono scorgere i laghi Vert, Noir e du Basto.Ripercorreremo un breve tratto della carrereccia che ci ha portato nella valle dell’Agnello ma a un certo punto ci inoltreremo sul comodo sentiero della Via Alpina sino al rifugio Valmasque che sorge sulla riva del lago Vert. Da qui ci incammineremo su un sentiero meno battuto che in breve ci porterà al lago Gelato sotto le scoscese pareti della Chamessère. Dopo lo spettacolo della veduta che domina anche gli altri laghi con le loro piccole conche glaciali, ben più estesi del Gelato, scenderemo con un piccolo anello verso il lago Noir evitando il rifugio. Ancora un luogo d’incanto!

Difficoltà: E, escursionistica

Dislivello: 850 metri circa

Quota massima: 2588 metri

5° giorno. Le incisioni rupestri, i laghi Gemelli e il lago Fontanalba. Un piccolo spostamento e saremo a Casterino, punto d’entrata nel vallone di Fontanalba dominato dal monte Bego. Un po’ di bosco lungo la carrareccia e poi il panorama si aprirà sulla minuscola valle. Una volta arrivati al pianoro del rifugio Fontanalba riprenderemo il cammino con salita più decisa a compiere un anello che toccherà il lago Vedre di Fontanalba, e i minuscoli laghi Gemelli attorno ai quali si trovano numerose incisioni rupestri, quelle della voie Sacrée, del gias des Pasteurs, de les Attelages. Dopo la visita alle incisioni torneremo nei pressi del rifugio e sui nostri passi sino alla partenza. Avremo esplorato davvero ogni angolo delle Meraviglie!

Difficoltà: E, escursionistica

Dislivello: 700 metri circa

Quota massima: 2235 metri


RITROVO. Piazzale Lorenzo Lotto a Milano, sotto la scritta “Lido di Milano” o alla partenza dell’escursione. Se hai necessità di trovare altre soluzioni contattaci e ci accorderemo.

PRANZO. Pranzo al sacco. Il primo giorno è necessario avere con sé il pranzo al sacco sin dalla partenza (per info leggi qui).

EQUIPAGGIAMENTO. Attrezzatura classica da escursionismo che comprenda guscio antivento e antipioggia, capi vari che permettano la vestizione a strati sovrapposti, borraccia, crema solare ad alta protezione, occhiali da sole, guanti, cappello, lampada frontale (per info leggi qui).

SISTEMAZIONE. In albergo con camere doppie o triple. E’ possibile in camera singola previa disponibilità e sovrapprezzo. Chiedi alla guida e scrivilo nelle note del modulo di iscrizione.

VARIAZIONI DI PROGRAMMA. Il programma può anche variare. La guida rimane l’unico giudice del programma che può modificare in qualsiasi momento per motivi di sicurezza in base alle condizioni meteorologiche, ambientali o in relazione al livello fisico e tecnico degli escursionisti.

INCLUSO NEI COSTI. L’accompagnamento da parte di un AmM Guide Alpine regolarmente iscritto al Collegio di appartenenza e in possesso di assicurazione professionale RC, il vitto e l’alloggio in mezza pensione, le spese della guida. I Soci Wellness Wizard A.S.D. godono, inoltre, di assicurazione infortuni durante l’escursione inclusa nella quota associativa di € 20,00 annui (per info leggi qui).

ESCLUSO DAI COSTI. I pranzi e i costi di viaggio. Ogni altro costo non esplicitato alla voce “INCLUSO NEI COSTI”.

COSTI DI VIAGGIO. I costi di viaggio sostenuti dagli autisti di tutte le auto utilizzate sono divisi tra i partecipanti in modo equo, ad eccezione degli autisti stessi. In caso di una sola auto con equipaggio formato da tre partecipanti di cui uno è l’autista, questo condivide le spese di viaggio in modo equo. In ogni caso la guida non partecipa alle spese di viaggio.

CAPARRA E SALDO. L’iscrizione prevede il versamento della caparra (per info leggi qui). Il saldo è da effettuare in contanti durante l’evento.

ISCRIZIONI E DISDETTE. Ci si prenota attraverso il modulo di iscrizione del sito che ha valore legale di contratto. In caso di condizioni ambientali non consone l’uscita verrà spostata o annullata. Le DISDETTE devono essere TEMPESTIVAMENTE COMUNICATE alla guida dell’escursione tramite E-MAIL. La disdetta non comporta il pagamento della quota indicata nella scheda se effettuata entro 15 GIORNI dall’inizio dell’evento. Successivamente comporta il pagamento del 70% dell’intera quota da effettuare tramite bonifico bancario(per info leggi qui).