Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

Lun 27 Nov /00:00

ok SAN BERNARDO, TRA MONTE BIANCO E GRAN COMBIN

Lun 27 Nov

Una valle aostana poco conosciuta dagli escursionisti, carica di storia e di scorci di assoluta suggestione sul Vallese e sui giganti aostani. Un piccolo chalet per godersi i panorami di due splendide cime e per percorrere un su e giù punteggiato da laghetti alpini, per una veduta sorprendente sul monte Bianco.

La valle del Gran San Bernardo sale da Aosta fino al colle omonimo che la collega con il Vallese Svizzero. Antico valico presidiato, oggi è un classico itinerario di attraversamento turistico delle Alpi in estate essendo chiuso al traffico in inverno. Al colle, l’ospizio di napoleonica memoria assicura ancora oggi accoglienza e si occupa dell’allevamento e dell’addestramento dei famosi cani San Bernardo. Avremo occasione di vederli e di visitare anche l’ospizio con il suo tesoro. In questo ambiente cammineremo quasi sempre oltre il bosco che termina dove alloggeremo a quota 1800 m, in un luogo appartato in un caratteristico chalet. Quattro giorni tra praterie alpine e qualche passaggio in ambiente più tecnico ed austero, sempre di grande suggestione!

PROGRAMMA

1° giorno. L’anello alla Tète de Crevacol. Partiremo verso una prima giornata di ambientazione. La salita ci permetterà di illustrare a capire le caratteristiche di questo ambiente, dal fondovalle alle cime più alte. Una strada sterrata ci porterà vicino alla Basse Tète e poi, con sentiero, saliremo sino alla nostra destinazione. Con un giro ad anello torneremo alla partenza.

Difficoltà: E, escursionistica

Dislivello: 650 metri circa

Quota massima: 2612 metri

2° giorno. I laghi intorno al colle del Gran San Bernardo. Partiremo verso il colle con un breve spostamento e, una volta arrivati al lago del Gran San Bernardo, ci incammineremo verso il primo dei tre colli che ci attendono. Il primo, con una salita più ripida degli altri, è quello de Fontainte  dal quale vedremo la val Ferret svizzera e una parte del gruppo del Bianco. Una volta scesi sul versante opposto lambiremo i tre laghi de la Fenètre per poi risalire al col de Bastillon dal quale si apre la val d’Entremont. Scesi ai laghi Petit e Grand non ci rimarrà che risalire al colle del Gran San Bernardo, avendo colto molti nuovi e selvaggi panorami. Un ambiente intatto e ben lontano dal turismo del passo.

Difficoltà: E, escursionistica

Dislivello: 800 metri circa

Quota massima: 2720 metri

3° giorno. Al col Malatrà. Dalla località Arp de Jou, una strada sterrata porta al rifugio Frassati, in una piccola conca al cospetto dei 3000 m dell’Aguille de Belle Combe. Qui inizia un grandioso cambio di ambiente che dalla prateria alpina passa all’ambiente post-glaciale, tra detriti e morene. Il sentiero sale sino poco sotto il colle e poi alcune catene ci aiuteranno per la salita all’incredibile intaglio che apre sulla val Ferret italiana. Qui una grandiosa scena si apre proprio sulla cima del monte Bianco!

Difficoltà: E, escursionistica per esperti

Dislivello: 950 metri circa

Quota massima: 2925 metri

4° giorno. Mont Fourchon. L’ultima escursione ci porterà sulla cima più alta del trekking e anche su quella più impegnativa. Partiremo dalla località Praz de Farcoz, poco prima del colle per salire di poco con strada sterrata che lasceremo in favore di un sentiero che taglia la strada regionale e ci porterà a Le Beau. Da qui ancora per praterie su sentiero raggiungeremo il loro limite con la nostra destinazione orami incombente e ben visibile. Ormai su terreno detritico risaliremo il pendio finale più ripido e saremo alla sella che divide le due cime e poi sul Fourchon con qualche passaggio su roccia. Cima di grande soddisfazione!

Difficoltà: E, escursionistica per esperti

Dislivello: 800 metri circa

Quota massima: 2902 metri


RITROVO. Piazzale Lorenzo Lotto a Milano, sotto la scritta “Lido di Milano” o alla partenza dell’escursione. Se hai necessità di trovare altre soluzioni contattaci e ci accorderemo.

PRANZO. Pranzo al sacco. Il primo giorno è necessario avere con sé il pranzo al sacco sin dalla partenza (per info leggi qui).

EQUIPAGGIAMENTO. Attrezzatura classica da escursionismo che comprenda guscio antivento e antipioggia, capi vari che permettano la vestizione a strati sovrapposti, borraccia, crema solare ad alta protezione, occhiali da sole, guanti, cappello, lampada frontale (per info leggi qui).

SISTEMAZIONE. In albergo con camere doppie o triple. E’ possibile in camera singola previa disponibilità e sovrapprezzo. Chiedi alla guida e scrivilo nelle note del modulo di iscrizione.

VARIAZIONI DI PROGRAMMA. Il programma può anche variare. La guida rimane l’unico giudice del programma che può modificare in qualsiasi momento per motivi di sicurezza in base alle condizioni meteorologiche, ambientali o in relazione al livello fisico e tecnico degli escursionisti.

INCLUSO NEI COSTI. L’accompagnamento da parte di un AmM Guide Alpine regolarmente iscritto al Collegio di appartenenza e in possesso di assicurazione professionale RC, il vitto e l’alloggio in mezza pensione, le spese della guida. I Soci Wellness Wizard A.S.D. godono, inoltre, di assicurazione infortuni durante l’escursione inclusa nella quota associativa di € 20,00 annui (per info leggi qui).

ESCLUSO DAI COSTI. I pranzi e i costi di viaggio. Ogni altro costo non esplicitato alla voce “INCLUSO NEI COSTI”.

COSTI DI VIAGGIO. I costi di viaggio sostenuti dagli autisti di tutte le auto utilizzate sono divisi tra i partecipanti in modo equo, ad eccezione degli autisti stessi. In caso di una sola auto con equipaggio formato da tre partecipanti di cui uno è l’autista, questo condivide le spese di viaggio in modo equo. In ogni caso la guida non partecipa alle spese di viaggio.

CAPARRA E SALDO. L’iscrizione prevede il versamento della caparra (per info leggi qui). Il saldo è da effettuare in contanti durante l’evento.

ISCRIZIONI E DISDETTE. Ci si prenota attraverso il modulo di iscrizione del sito che ha valore legale di contratto. In caso di condizioni ambientali non consone l’uscita verrà spostata o annullata. Le DISDETTE devono essere TEMPESTIVAMENTE COMUNICATE alla guida dell’escursione tramite E-MAIL. La disdetta non comporta il pagamento della quota indicata nella scheda se effettuata entro 15 GIORNI dall’inizio dell’evento. Successivamente comporta il pagamento del 70% dell’intera quota da effettuare tramite bonifico bancario(per info leggi qui).