Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

Mar 05 Lug /06:30 - Ven 08 Lug /19:30

ok PARCO DEL TRIGLAV, MINITOUR E VETTA

Mar 05 Lug - Ven 08 Lug

Una breve traversata nel parco nazionale del Triglav per salire la maggiore vetta della Slovenia, simbolo di un’intera nazione, con il bianco calcare della sua roccia. Adrenalina!

Quattro giorni di cammino nel parco Nazionale del Triglav, dove la vetta domina chiaramente un orizzonte vastissimo. Un cima celebrativa tanto da essere rappresentata sulle monete slovene e sulla quale gli sloveni sono chiamati ad andarci almeno una volta nella propria vita. Così il percorso aereo che porta in cima è stato attrezzato accuratamente per tutelare i tanti escursionisti che vogliono salirla. Attorno, paesaggi puramente dolomitici, pareti scoscese e sentieri su minuti sfasciumi calcarei. Sentieri ripidi ed esposti sulle creste, splendidi anche nei boschi di larici, dolci nelle delicatissime vallate a pascolo. Quattro giorni itineranti toccando molti dei rifugi e delle vallate a ridosso della vetta.

PROGRAMMA

1° giorno. Salita al Vodnikov Dom. Lasciate le auto al parcheggio poco dopo la località Rudno Polje, ci incammineremo per percorrere un sentiero nel bosco tra abeti e larici che lascerà posto a piccole radure. Superato il bosco saremo subito a contatto cone le prime cime calcaree nella piccola conca di Rob nad Klancem dove troveremo l’unica sorgente del trekking. Da qui ancora un poco di salita e saremo al colle Studorski da qui parte un sentiero tra mughi e rododendri che ci porterà in quota sino al rifugio.

Difficoltà: E, escursionistica

Dislivello: 700 metri circa

Quota massima: 1892 metri

2° giorno. Dal Vodnikov Dom al Triglavski Dom. Lasceremo la piccola valle chiamata Velska Dolina per andare al colle Konjsko Sedlo e per poi entrare nell’invaso della Krma, una lunga valle dominata da una bellissima e lunghissima formazione calcarea che la domina ad est. Da qui vedremo un traverso e solo calcare attorno a noi sino al colle che divide la Krma dalla Vrata e dall’altopiano lunare su cui poggia il Valenti Dom. Qui l’ultima pausa e poi saliremo sul crinale che ci porterà al Kredarica e poi al Triglavski Dom con una brevissima discesa, ormai affascinanti dalla vetta del Triglav, sempre in fronte a noi.

Difficoltà: E, escursionistica

Dislivello: 900 metri circa

Quota massima: 2540 metri

3° giorno. Dal Trivlaski Dom alla vetta del Triglav e al Koca na Dolicu. Giorno importante e con partenza di primo mattino per momenti indimenticabili di adrenalina lungo il percorso che risale la cresta che conduce alla vetta. Saliremo per l’affilata e attrezzatissima cresta che ci condurrà prima sul piccolo Trivlav in decisa salita e poi, sempre con orridi sia a destra che a sinistra per l’affilata cresta fino alla vetta. Foto di rito e grande paesaggio con vedute cha vanno dalla valle della Sava alle Dolomiti intere. Poi scenderemo fino al piccolo Triglav per utilizzare la cresta che scende al rifugio Planika Dom in posizione eccezionale per ammirare la parete sud del Tricorno. Ancora una pausa e poi prenderemo il sentiero che scende lungo una grande appoggiata placca calcarea sino al colle Sedlo Dolic che anticipa di poco il nostro rifugio.

Difficoltà: EE, escursionistica per esperti

Dislivello: 350 meetri circa

Quota massima: 2864 metri

4° giorno. Dal Koca na Dolicu al Vodnikov Dom e rientro. Cambieremo paesaggio in breve e, una volta recuperato il colle Sedlo Dolic, ci attenderà una lunga discesa sino a tornare al Vodnikov Dom tra mughi, rododendri e larici sparsi. Al rifugio godremo nuovamente dell’imponenza delle pareti del Vernar e del Tosc che lo sovrastano. Dopo una pausa riprenderemo il sentiero del primo giorno per tornare alle auto. Quattro giorni nel Parco Nazionale del Triglav non basteranno per visitarlo interamente, ma l’appagamento per la vetta e gli scorci su orridi e valli sarò unico!

Difficoltà: E, escursionistica

Dislivello: 200 metri circa

Quota massima: 2151 metri